Gli scouters sono rilevatori di forza che permettono di identificare una fonte di potere; la parola scouter deriva dall'inglese "scout" che significa spiare il nemico, esplorare. Tecnicamente lo scouter è un apparato che percepisce le onde di Ki, che sono identificate come livello di combattimento.
Lo scouter è composto da una lente a cristalli liquidi e da un... "audiofono"; quest'ultimo si adatta perfettamente all'orecchio di chi lo usa, per mezzo di un particolare meccanismo; il risultato è che lo scouter non reca alcun fastidio a colui che lo usa.
Lo scouter registra i dati in unità Sentou Ryoku, che l'unità di misura della razza Saiyan e che sembrano adottare anche i seguaci dell'imperatore Cold. Però non si sa con certezza se l'unità di misura Sentou Ryoku fu adottata dai Saiyan a seguito dell'alleanza con l'imperatore Cold, oppure fu creata proprio dalla razza Saiyan.
Comunque, giova ricordare, che l'espressione Sentou Ryoku significa Fight Strenght, Combat Force, Fight Power oppure, tradotta in italiano, livello di combattimento!
Altra questione tecnica. Gli scouters hanno un limite nel registrare le fonti di potere: quando il livello di combattimento eccede il limite registrabile dallo scouter, questo esplode per sovraccarico, come nel caso dello scouter di Dodoria, che esplode dopo aver rilevato il livello di combattimento di Vegeta.
Per quanto riguarda la sua origine, si è fata largo la teoria che sia stata la razza Tsufuru a crearlo. Come infatti può vedersi nell'immagine a lato (ma la cosa trova conferma nella storia di Dragon Ball GT, se non sbaglio), quando i Saiyan attaccano il pianeta degli Tsufuru, questi ultimi sono dotati di scouters. Evidentemente, dopo lo sterminio, i Saiyan si sono impossessati di questi "aggeggi" e sono successivamente stati impiegati anche dalle forze di conquista dell'impero Cold.
Lo scouter fa la sua prima apparizione in Dragon Ball Z, quando Radish giunge sulla Terra alla ricerca di suo fratello Kakaroth (Goku) e lo trova proprio grazie al suo scouter, che localizza una fonte di potere. Durante la battaglia tra Radish, Piccolo e Goku, si scopre che lo scouter è anche in grado di stabilire una comunicazione con altri scouters ad enormi distanze.
L'uso dello scouter diventa superfluo quando colui che lo usa impara a percepire da solo il livello di combattimento del suo nemico tramite il Ki. E' questo il caso dei terrestri (Goku, Crilin, Gohan, Piccolo e compagnia) che però sanno anche azzerare, quando occorre, il proprio livello di combattimento, per ingannare il proprio nemico o addirittura per nascondersi da questo. Successivamente anche Vegeta apprende questa abilità proprio sulla Terra.
Un'altra cosa cosa è che nella saga di Freezer si incontrano due tipi di scouters: uno è quello che usano i Saiyan, l'altro è quello utilizzato dai tirapiedi di Freezer (soldati di infimo livello). Quest'ultimo è in pratica un casco integrale, che presenta un visore con funzioni simili a quelle dello scouter normale.
E per finire un'altro dettaglio, sfuggito quasi a tutti! Gli scouters si presentano con la lente in tre colori diversi e, a ben vedere, il colore della lente dello scouter, è in relazione col rango di colui che lo utilizza. Prendiamo per esempio il gruppo di Vegeta: Radish è un soldato di classe bassa e il colore del suo scouter è verde; Nappa, che è il secondo di Vegeta, ha lo scouter di colore blu; Vegeta, che è il capo, ha lo scouter di colore rosso. Facciamo ora la prova del nove e analizziamo il gruppo di Freezer: Dodoria, che presumibilmente è l'ultima ruota del carro, ha lo scouter verde; lo scouter di Zarbon, che è il secondo al mando di Freeezer, è di colore azzurro; lo scouter di Freezer (ma tu guarda che coincidenza!) è rosso. Sarà una semplice casualità o realmente il colore dello scouter è determinato dal rango di chi lo usa? Un mistero in più nel Dragon World!